Barella e trasporto: chi pensa al soccorritore in ambulanza? Il sistema Spencer

Il soccorritore e la barella che trasporta il paziente sono il fulcro principale per garantire comfort e salute. Come costruire un sistema integrato di alto livello?

Quando parliamo di ambulanza, molte volte, vediamo un sistema complesso fatto di tante parti indipendenti l’una dall’altra. Bisogna pensare ad acquistare la barella autocaricante, poi la sedia portantina, poi il piano traslabile, infine le apparecchiature medicali, gli zaini e tutto il resto dei sistemi che a bordo garantiscono al mezzo di emergenza di operare in ogni condizione.

Poche volte si pensa all’ambulanza come ad un sistema integrato

L’ambulanza è invece un sistema circolare, nel quale ogni dispositivo deve funzionare per due soli scopi: il comfort del paziente e il benessere del soccorritore. Questi aspetti sono estremamente legati uno all’altro. Se i sistemi in ambulanza non combaciano e non funzionano perfettamente, il soccorritore si troverà a “combattere” ad ogni servizio con i dispositivi che ha in ambulanza. In questo caso, il soccorritore non riuscirà a usare perfettamente i dispositivi e il paziente sarà trattato in modo peggiore rispetto agli standard. Così il paziente non è in uno stato di comfort, per esempio durante la movimentazione, e avrà paura. Senza sicurezza potrebbe fare azioni non previste estremamente rischiose. Tutto questo significa più rischi di infortunio per il soccorritore, più rischi di scomodità per il paziente, e più rischi di rottura per i dispositivi medicali, perché utilizzati impropriamente.

Come migliorare il “cerchio del comfort” in ambulanza?

Esistono però delle aziende e dei produttori di dispositivi medicali che lavorano affinché ci sia un “cerchio del comfort” attorno ai propri prodotti. In particolare, il tema principe a cui ci si riferisce in questi casi è la barella autocaricante da trasporto. Per garantire il massimo comfort ai propri pazienti e la massima sicurezza e semplicità d’uso al soccorritore, Spencer ha lavorato proprio in questa ottica. Il circolo del comfort di Spencer parte dalla barella, in particolare l’ultima nata, la Spencer Cinco MAS. si tratta di una barella estremamente leggera, con tutte le features necessarie per una movimentazione comoda e un caricamento alleggerito del paziente in ambulanza. Da quando viene messa a terra la barella autocaricante Spencer ha cinque livelli di sollevamento, che riducono lo sforzo di caricamento, dividendolo in un maggior numero di azioni che non sovraccaricano la schiena. Le funzionalità plus di questo dispositivo sono nelle ruote completamente piroettanti, e nei sistemi di sgancio e aggancio più sicuri del mercato.

Il primo punto per garantire comfort: la sicurezza

Spencer Cinco Mas è una barella sicura non solo perché riduce il livello di sforzo per effettuare il caricamento, ma anche perché è l’unica che permette le operazioni di scarico senza mai staccare la mani dal telaio del dispositivo. Sul pianale dell’ambulanza è previsto un aggancio speciale, il Sensor Lock, che garantisce una sicurezza estrema grazie al fissaggio elettromeccanico 10G. Lo sblocco del dispositivo attraverso il sistema Sharp Sensor Lock elimimina quindi la procedura in cui si mette la mano sotto alla barella in ambulanza. Movimento fastidioso, perché se l’ambulanza non è in piano, la barella può muoversi senza il controllo totale dell’operatore. Sarebbe poco sicuro inoltre perché il soccorritore non avrebbe due mani sulla barella.

Il secondo punto: la sicurezza e il controllo della barella

Grazie a Spencer Cinco Mas e al Sensor Lock, ogni barella è controllata digitalmente dal contatore dei cicli di carico. Questa feature innovativa proposta da Spencer garantisce ai soccorritori di sapere sempre quanti cicli ha effettuato la barella, quale può essere lo stato di usura delle attrezzature, e soprattutto garantisce una sicurezza totale perché agisce elttromeccanicamente sui due ganci – anteriore e posteriore – della barella. Non capiterà mai di avere una parte della barella libera ed una bloccata, come invece avviene in alcuni sistemi di blocco del dispositivo.

Il terzo punto: lo spazio e la comodità

Quando però si parla di emergenza ed ambulanze, non sempre si pensa al fatto che la barella con il paziente deve affrontare un percorso stradale. Durante il percorso incontra buche, avallamenti, scossoni. Che sono traumi, per il paziente. Ecco perché oltre alla barella e al gancio di caricamento, Spencer ha pensato anche al piano di carico, il BOB. Con il sistema traslabile BOB Master il piano barella, con sistema ammortizzato, riduce i sobbalzi del paziente durante la marcia e migliora il comfort e la sicurezza, grazie a un estruso in alluminio sanificabile, al design brevettato per ridurre gli ingombri, alle traslazioni in decine di posizioni, e al sistema di prese ad ossigeno incastonate sotto il piano barella.

Il quarto punto: la sicurezza nella semplicità

Così, il soccorritore che deve andare a recuperare un paziente in una località urbana, magari con complessità di trasporto notevoli, ha a disposizione un sistema semplice, integrato e completo. L’enorme vantaggio dell’integrazione è nel lavorare con un fornitore attento e pronto a rispondere in caso di necessità. Soprattutto, grazie alla semplicità operativa dei dispositivi, Spencer può garantire un facile apprendimento dell’uso dei dispositivi medicali a tutti gli operatori.

Richiedi subito maggiori informazioni con il contact form!

NOME E COGNOME (obbligatorio)

ASSOCIAZIONE o AZIENDA (obbligatorio)

RUOLO (obbligatorio)

CITTÀ

PROVINCIA

E-MAIL

TELEFONO

TI INTERESSANO LE NEWS SPENCER?

SI

Dichiaro di aver preso visione della informativa privacy e, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, in relazione a quanto ivi indicato.


I commenti sono chiusi.