La Österreich Bundespolizei si tinge di azzurro grazie alle Ducati Multistrada di Bertazzoni Veicoli Speciali

La linea stealth per Polizia, Polizia Stradale, Polizia Locale e servizi di emergenza è una vera perla basata su moto Ducati Multistrada.

SALISBURGO (Austria) – I corpi di polizia austriaci hanno scelto il made in Italy. Direttamente dall’azienda Bertazzoni Veicoli Speciali in collaborazione con le concessionarie Ducati Austria, sono stati realizzati i primi 12 esemplari di Ducati Multistrada 950 con allestimento speciale per la Polizia austriaca. 

Ispirata ai famosi velivoli anti-radar, queste Ducati sono equipaggiate con nuovissimi sostegni dei lampeggianti in carbonio della linea Stealth e ad usarli per primi saranno proprio le forze dell’ordine austriache. L’azienda Bertazzoni Veicoli Speciali è specializzata in trasformazione e allestimento di veicoli per i corpi di polizia e protezione civile, e insieme a Ducati e alla filiale austriaca della casa di Borgo Panigale ha articolato una commessa che prevede la fornitura di 150 moto allestite ed equipaggiate con tutte le strumentazioni necessarie per fermi, controlli e inseguimenti lungo la rete autostradale. Due sono i prodotti che verranno forniti basati sulle Multistrada 950 e le 1260, perché queste moto sono quelle che hanno superato con voti eccellenti tutti i rigidi test della commissione tecnica del ministero dell’Interno austriaco.

Entrambi i modelli sono realizzati in grigio chiaro con la livrea “Polizei” molto curata e brillante. I modelli 950 sono equipaggiate con un bauletto centrale, mentre le 1260 dispongono di borse laterali. Le moto sono state poi verniciate completamente in tinta grigio chiaro, mentre la livrea “Polizei” è stata attentamente applicata dal reparto decals di Bertazzoni, con scelte cromatiche davvero esaltanti e attente sia alla sicurezza e alla visibilità, che al gusto estetico. Ma la novità sono i sostegni dei lampeggianti, realizzati interamente in carbonio. Un’idea estremamente innovativa sia in termini di leggerezza e resistenza che in termini di estetica. La forma aerodinamica di queste moto e lo studio si vede anche dall’asta telescopica posteriore realizzata in un unico pezzo e dal cupolino sagomato frontale regolabile in altezza che ingloba i due lampeggianti blu, un lavoro certosino realizzato da Bertazzoni con i propri fornitori, affinché l’allestimento rispettasse qualitativamente anche l’aspetto più racing del marchio Ducati.

Non resta che aspettarle in servizio lungo l’autostrada che dal Brennero porta a Salisburgo, e nell’asse viario che dal Tarvisio porta a Vienna. L’importante è… non superare i limiti per cercare di vedere queste meraviglie!

 

I commenti sono chiusi.