Cresce il numero di furti nelle ambulanze

Tra mercoledì e giovedì uno degli ultimi casi di furti all’interno delle ambulanze: un bottino da 15 mila euro.

A Calcinato, in provincia di Brescia l’ultimo furto di due defibrillatori, due aspiratori, due sedie di sollevamento (una elettrica e una manuale) e altro materiale da primo soccorso. Il bottino, del valore di circa 15mila euro, è stato nella notte tra mercoledì e giovedì ai volontari e agli operatori del centro operativo di soccorso pubblico di via Santa Maria.

I ladri avrebbero scavalcato la rete di recinzione, “appoggiandosi” ad una sedia, prima di sfondare a martellate i vetri dei portelloni laterali delle ambulanze parcheggiate all’esterno. Una volta rotti i vetri hanno forzato le portiere, e hanno fatto man bassa di tutto quello che hanno trovato.

Potrebbe invece trattarsi di un colpo su commissione quello accaduto ai volontari di Valtenesi Soccorso, a Manerba, vittime a loro volta, sul finire di agosto, di un furto dalle dinamiche riconducibili all’ultimo blitz di Calcinato. Anche in quel caso vetri sfondati all’ambulanza, attrezzature rubate tra cui due defibrillatori, e un bottino di poco inferiore ai 10mila euro.

I commenti sono chiusi.