Ebola: quarantena per due italiani in Lombardia

Un medico ed un’ostetrica sono sono stati posti in quarantena presso le loro abitazioni, sotto stretta osservazione sanitaria

Sono in quarantena per l’emergenza Ebola in Lombardia un medico e un’ostetrica italiani. Sono chiusi in casa, Paolo Setti Carraro e Chiara Maretti, chirurgo di 60 anni e ostetrica di 30: devono passare 21 giorni, quelli necessari per l’incubazione del virus, prima che possano incontrare qualcuno.

I due sono rientrati dal Sierra Leone la settimana scorsa, dopo quattro mesi di lavoro per “Cuamm Medici con l’Africa” in uno dei paesi più colpiti dall’epidemia. A raccontare la loro storia è il Corriere della Sera: i due hanno lavorato con stivali e tute di protezione e doppi guanti.

Da quando sono tornati, i due non hanno potuto avere nessun contatto con amici e familiari. L’isolamento è precauzionale. Il rischio nasce dall’ autista di un’ambulanza, che è uscito prima dei risultati dei test dalla tenda di isolamento ed è entrato a contatto con tante persone, persone che forse hanno lavorato con i due italiani: l’autista è morto pochi giorni fa.

Il medico e l’ostetrica sono stati costretti dunque a rientrare. Una ”procedura standard che si segue in questi caso”, spiega l’associazione ‘Cuamm medici con l’Africa’, precisando che al momento i due operatori sanitari non presentano alcun sintomo collegabile alla malattia da virus Ebola.

Fonte: http://www.si24.it/

I commenti sono chiusi.