Gestione dei migranti, problemi e responsabilità: un master universitario per formare i professionisti dei servizi di accoglienza

Al via il Master di primo livello, in collaborazione con Confederazione Nazionale delle Misericordie e ANCI

Un esperto dell’accoglienza ai migranti, dotato di competenze organizzative e gestionali per il funzionamento dei servizi e della conoscenza approfondita del fenomeno. E’ il professionista che sarà formato dal Master di I livello in Management dei servizi di accoglienza per migranti, profughi e richiedenti protezione dell’Università di Firenze.

Il nuovo corso permetterà agli allievi di acquisire un profilo altamente specializzato grazie all’approfondimento degli elementi di scienza politica e sociologia, diritto, management, anche in una dimensione europea e comparata. Gli studenti saranno messi alla prova nel disegno e nella gestione degli interventi di accoglienza, accompagnamento e integrazione dei migranti e svilupperanno la capacità di coordinamento con le istituzioni coinvolte e le comunità territoriali interessate dalle migrazioni.

Tra i sostenitori dell’iniziativa, l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) – Toscana, la Confederazione nazionale delle Misericordie d’Italia, l’Ordine degli Assistenti Sociali (OAST) e Oxfam, coinvolti con i loro esperti nelle docenze del corso e con le strutture di accoglienza sul territorio che ospiteranno gli allievi durante i tirocini.

La domanda di partecipazione al Master deve essere presentata entro il 2 ottobre. Le informazioni e i moduli per l’ammissione alla selezione sono su www.masteraccoglienza.unifi.it

 

A chi si rivolge?

Il master si rivolge a persone che abbiano un motivato interesse a intraprendere un percorso di carriera negli ambiti inerenti all’accoglienza e all’accompagnamento dei migranti, anche con specifico riferimento ai richiedenti asilo e profughi.

In particolare: neolaureati, operatori sociali (educatori, psicologi, formatori), operatori nell’ambito giuridico, dipendenti pubblici impegnati nella gestione del fenomeno migratorio (assistenti sociali, ecc…), operatori del volontariato e del privato sociale impegnati nel sistema dell’accoglienza.

I commenti sono chiusi.