Napoli, crolla una palazzina. Sono i passanti i primi a scavare a mani nude

Accade ieri mattina in una zona affollatissima di Napoli; una palazzina crolla all’improvviso e le macerie feriscono in modo lieve alcune persone presenti nello stabile e alcuni passanti, tra cui due vigili urbani che sostavano nelle immediate vicinanze. Il fuggi fuggi generale e poi l’imminente arrivo sul posto del 118 coadiuvato dai passanti ha reso agevole le operazioni di soccorso evitando così che il crollo dello stabile si trasformasse in una terribile tragedia.

I vigili urbani che sostavano in macchina sono salvi per miracolo. Erano stati chiamati su luogv dai vicini proprio perchè alcuni di loro pare avessero sentito un forte odore di gas provenire dall’edificio che subito dopo è crollato; i due vigili sono usciti dall’abitacolo della vettura proprio qualche secondo prima del crollo. Subito evacuati alcuni palazzi nelle vicinanze, infuocate le polemiche e grandi contestazioni nei confronti del sindaco De Magistris. Secondo le prime ipotesi, anche se le cause del crollo sono ancora da accertare, l’elmento scatenante il disastro potrebbe essere riconducibile alla metropolitana in costruzione nei pressi dello stabile che potrebbe in qualche modo aver sbilanciato le fondamenta dell’edificio; altri invece sostengono che a causare l’incredibile cedimento sia stata una grossa infiltrazione d’acqua presente nel palazzo.

Nel’episodio è stato infine coinvolto anche un autobus che per fortuna era senza passeggeri a bordo essendo diretto verso il deposito. Il traffico è stato bloccato per alcune ore e le scuole della zona evacuate.

I commenti sono chiusi.