Ondata di contagi Covid, è boom nelle Marche: oltre 500 in 24 ore, trend in crescita preoccupante

I contagi Covid nelle Marche destano preoccupazione: il rapporto tra tamponi eseguiti nel percorso nuove diagnosi (molecolari più antigenici) e positivi è dell’11,3%.

Da inizio emergenza i contagi salgono a 48.633 su 358.740 tamponi testati

Contagi Covid nelle Marche, la preoccupazione del servizio Sanità della Regione

Continuano a salire notevolmente i contagi nelle Marche. Il servizio Sanità della Regione ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 6.667 tamponi: 4.482 nel percorso nuove diagnosi (1.943 tamponi molecolari e 2.539 nello screening con percorso antigenico) e 2.185 nel percorso guariti.

I casi positivi al tampone molecolare sono 506 di cui 56 rilevati in provincia di Macerata dove i contagi da inizio emergenza salgono a 10.406, 181 ad Ancona (13.752), 151 a Pesaro Urbino (11.373), 66 a Fermo (5.682), 32 ad Ascoli Piceno (5.638) e 20 da fuori regione (1.782).

I nuovi casi comprendono 53 soggetti sintomatici, 91 contatti in setting domestico, 161 contatti stretti di casi positivi, 21 contatti in setting lavorativo, 17 contatti in ambienti di vita/socialità, tre contatti in setting assistenziale, 14 contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione e 10 screening percorso sanitario mentre per altri 136 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

Nel percorso antigenico su 2.539 test effettuati sono stati riscontrati 65 casi positivi sottoposti al tampone molecolare con un rapporto positivi/testati del 3% mentre il rapporto tra tamponi molecolari e positivi si attesta al 26% (ieri era al 23,9%).

Il rapporto tra tamponi eseguiti nel percorso nuove diagnosi (molecolari più antigenici) e positivi è, infine, dell’11,3% (ieri era del 10,5%). Da inizio emergenza i contagi salgono a 48.633 su 358.740 tamponi testati.

Per approfondire:

Covid, approvato il nuovo decreto: stato d’emergenza fino al 30 aprile, istituita fascia bianca

Fonte dell’articolo:

Agenzia Dire

I commenti sono chiusi.