Salvataggio al cardiopalma per parapendista impigliato

Un salvataggio condotto sul filo del minuto per un appassionato reggiano di parapendio rimasto impigliato con la sua vela su uno spuntone di roccia a Vettica di Paiano, una delle zone più impervie della costiera Amalfitana. L’intervento, condotto dai Vigili del Fuoco in collaborazione con gli uomini del Soccorso Alpino, ha permesso di recuperare il 34enne Mauro Ciliberti, impigliato a 60 metri di altezza con una frattura agli arti inferiori.

Con l’ausilio di un elicottero i tecnici sono riusciti a calarsi e a imbracare l’uomo, che penzolava senza alcuna sicurezza e con l’incubo di precipitare al suolo in ogni momento causa rottura della tela. Dopo il recupero, il malcapitato parapendista è stato trasferito al vicino campo sportivo di Agerola dove l’attendeva l’eliambulanza, destinazione ospedale di Salerno. Fortunatamente Ciliberti ha riportato solo ferite lievi e una frattura alla caviglia. L’incidente ha avuto come testimone il compagno di lancio di Ciliberti, il romano Giacomo Giampieri, atterrato incolume su alcuni alberi e primo a lanciare l’allarme. Sul posto si sono portate anche le ambulanze della Croce Rossa e dell’Humanitas allertate dal 118.

I commenti sono chiusi.