Sicilia, le zone dove l’allerta meteo è più forte

Sono pessime le previsioni meteo per il sud Italia per mercoledì 9 settembre. Una forte depressione in risalita dall’africa alimentata anche da correnti fresche nord-orientali si sta muovendo verso il sud Italia, puntando verso la Sicilia.

E’ stato emesso un bollettino di vigilanza meteo dalla Protezione Civile e il livello di allerta è alto. Con la superficie del mare ancora molto calda si sta sviluppando un fronte enegentico molto forte, che può portare a grandi precipitazioni sull’isola.
A partire da Martedì 8 Settembre, ci attendiamo i primi fenomeni in arrivo sul comparto centro-orientale dell’Isola. Si tratterà però di fenomeni ancora discontinui e generalmente non troppo intensi, salvo intensificazione serale sulla Sicilia orientale. Mercoledì 9 Settembre arriverà il “grosso” della perturbazione: piogge e temporali diffusi, di forte intensità e a carattere di nubifragio, con possibili grandinate e forti raffiche di vento, sulla Sicilia centro-orientale. Le province maggiormente colpite dovrebbero risultare quelle di Messina (specie basso messinese), Catania, Siracusa, Ragusa, Agrigento, ma anche Caltanissetta, Enna. Non mancheranno piogge e rovesci sui restanti settori, ma la Sicilia occidentale risulterà nel complesso meno colpita.

Massima attenzione, dunque, alla giornata di Mercoledì, perchè potrebbero cadere quantitativi di pioggia eccezionali, fino a 150-200 millimetri in 24 ore (se non oltre), sulla Sicilia centro-orientale, con conseguenti allagamenti, esondazioni di corsi d’acqua, frane e smottamenti. Nella giornata di Giovedì, il maltempo dovrebbe resistere ancora nella prima parte della giornata, per poi attenuarsi con il passare delle ore. Seguiremo passo passo l’evoluzione fornendovi aggiornamenti e nuovi dettagli sul nostro sito.

RISCHIO IDROGEOLOGICO PER TUTTA LA SICILIA

[document url=”http://www.regione.sicilia.it/presidenza/protezionecivile/up/up_idro/15250_AVVISO%20DRPC_2015_09_07_52870.pdf” width=”600″ height=”600″]

I commenti sono chiusi.