Iperglicemia

Definizione

L’iperglicemia è un aumento eccessivo del glucosio nel sangue. Se valori della glicemia in una persona normale si mantengono entro i 70-140 mg/dl durante la giornata, l’iperglicemia comporta valori oltre i 200, 300 mg/dl arrivando a valori che raggiungono i 400, 500 e anche di 600 mg/dl.

Cause

Le cause di un aumento della glicemia possono dipendere da:

  • eccessivo apporto di glucosio in una dieta inadeguata;
  • sovrabbondanza di cibo;
  • infezioni, raffreddore o altre malattie;
  • vita sedentaria, scarsa attività fisica.

Sintomi

  • sete eccessiva;
  • fame eccessiva;
  • minzione frequente;
  • sonnolenza;
  • fastidio agli occhi.

Effetti

Un’iperglicemia protratta nel tempo può causare gravi problemi di tipo:

  • visivo;
  • cardiocircolatorio;
  • neurologico;
  • renale;

Il fenomeno dell’alba

Può succedere che i diabetici di tipo 1 soffrano di iperglicemia del risveglio. In questo caso è necessario praticare qualche glicemia tra le 2 e le 3 del mattino: se le glicemie risultano elevate, conviene aumentare la dose dell’insulina intermedia della sera; se le glicemie invece sono normali, l’iperglicemia al risveglio sarà dovuta al cosiddetto fenomeno-alba.

Il fenomeno dell’alba è attribuibile al picco di secrezione degli ormoni controinsularie e all’accresciuto rilascio di zuccheri da parte del fegato a partire dalle 5 di mattina. Ad esso, nel determinare la iperglicemia mattutina, si può sommare la durata di azione troppo breve dell’insulina intermedia.

Si possono prospettare 3 soluzioni:

  • scegliere un’insulina ad azione più ritardata;
  • posticipare l’iniezione d’insulina intermedia della sera al momento di coricarsi mantenendo l’iniezione di sola “pronta” prima della cena; per applicare tale schema (4 iniezioni al giorno) si può far ricorso ad un sistema tipo stiloiniettore;
  • optare per un microinfusore sottocutaneo di insulina. Il microinfusore permette di calibrare l’apporto basale di insulina. In questo modo possiamo scegliere ad esempio di infondere nel sangue 0,8 unità/ora fino alle 5 di mattina e 1 unità/ora dalle 5 alle 8, appunto in concomitanza con il fenomeno dell’alba.

I commenti sono chiusi.