Tabagismo

Informazioni generali

Il Tabagismo è una dannosa forma di dipendenza sia psicologica che fisica indotta dall’assunzione 300px-Tabagismoeccessiva di tabacco, il cui principio attivo è la nicotina. Il tabacco si ottiene attraverso la combustione di foglie secche della pianta di Tabacco, arrotolate, sminuzzate o bruciate e poi inspirate. Tale tecnica era diffusa tra gli indigeni americani e in seguito è stata introdotta anche in Europa. Questa dipendenza rappresenta una delle problematiche più pericolose per la salute generale della persona, rientrando tra le prime cause di mortalità nel mondo e tra le principali cause di morte prematura in specifico. La Nicotina agisce in pochi secondi a livello del sistema nervoso come un calmante, uno stimolante che provoca sensazioni di piacevolezza e benessere generale ma, purtroppo, provoca anche numerose e dannose conseguenze sia psicologiche che fisiche; a livello psicologico può aumentare l’ansia, alterare il sonno, alterare l’umore, irritabilità; a livello fisiologico possono manifestarsi asmaenfisema, bronchite cronica, faringite, laringite, esofagite, invecchiamento cutaneo, aumento di pressione e frequenza cardiaca, problemi e malattie cardiovascolari, tumore alla lingua, alla laringe, all’esofago o al polmone. La mente ed il fisico si abituano progressivamente a certe quantità di nicotina seguendo un meccanismo di assuefazione, inducendo quindi la persona ad avere sempre bisogno di quantità di Nicotina maggiori per raggiungere gli effetti provati con dosi inferiori e a provare sintomi psicologici e fisici nefasti, come ansia, irritabilità ed aggressività, quando essa non è per un motivo o per l’altro immediatamente disponibile. L’Astinenza dal tabacco comporta sbalzi d’umore, depressione, irritabilità, impazienza, irrequietezza, insonnia, difficoltà di concentrazione, rabbia, aumento di appetito e conseguente aumento di pesoSpesso il consumo di Nicotina diventa compulsivo, infatti anche se la persona è pienamente cosciente dei realistici rischi che si corre e dei gravi danni che esso può comportare, non riesce comunque a farne a meno. Si instaura così una vera e propria dipendenza dove contemporaneamente le composizioni chimiche interagiscono con i meccanismi neurologici e viceversa le componenti personali attivano, amplificano, mantengono ed aumentano le caratteristiche del principio attivo.

Fonti

www.cpsico.com

I commenti sono chiusi.