Tonsilla

Definizione

La tonsilla indica i voluminosi aggregati di tessuto linfoide presenti all’inizio delle vie aeree e digerenti, sotto l’epitelio della mucosa rinofaringea e orofaringea. Comprendono:

  • tonsilla faringea, situata sulla volta della rinofaringe ;
  • tonsille tubariche, situate sulla parete laterale della rinofaringe, attorno agli orifizi faringei delle tube di Eustachio  ;
  • tonsille palatine o tonsille propriamente dette, situate ai lati dell’orofaringe tra i pilastri palatini anteriori e posteriori  ;
  • tonsilla linguale, situata alla base della lingua.

Descrizione

Le tonsille palatine sono voluminose nel bambino con il massimo sviluppo intorno ai 5-7 anni, raggiungono la massima dimensione all’epoca della pubertà, poi progressivamente si atrofizzano.

Funzioni

Le tonsille svolgono un’importante funzione di difesa delle vie aeree e digestive. Nei primi anni di vita hanno un ruolo molto importante poiché partecipano alla maturazione del sistema immunitario e alla costituzione di cellule della memoria.

Le adenoidi svolgono la loro azione quasi esclusivamente fino ai 3-4 anni mentre le tonsille palatine sono attive fino ai 11-12 anni e successivamente vanno incontro ad un lento processo di involuzione.

Le principali azioni delle tonsille sono:

  • antinfettiva: la loro localizzazione all’inizio delle vie respiratorie e digerenti le mette a diretto contatto con tutti gli agenti patogeni che arrivano all’istmo delle fauci attraverso l’aria inspirata o ingeriti.
  • immunitaria (l’azione più rilevante). I linfociti durante lo sviluppo del sistema immunitario possono venire a contatto con numerosi stimoli antigenici, formando la memoria immunologica.

Inoltre il contatto con i patogeni a livello orofaringeo, garantisce una risposta immediata degli anticorpi.

Tutte insieme le tonsille formano il Grande anello linfatico di Waldeyer, costituendo una prima barriera difensiva nei confronti dei microrganismi provenienti dall’esterno.

Patologie

Le infezioni alle tonsille nascono come reazione fallita ai germi con cui vengono in contatto. Le più comuni delle tonsille palatine sono le tonsilliti e, nei casi più gravi l’angina, mentre per le tonsille faringee sono le adenoiditi. Le infezioni causano modifiche del loro aspetto, determinando ingrossamenti e causare dolore per la deglutizione

Più rari sono i processi tumorali a carico delle tonsille, rappresentati principalmente da tumori maligni (carcinomi e linfomi), che in genere vengono trattati con terapia radiante.

I commenti sono chiusi.