Dentro la centrale 118 Emilia Ovest di Parma: come sarà il 112 che verrà em Emilia Romagna?

Un bilancio dopo i primi anni di centrale unica

Mappe statiche e mappe informatizzate danno modo agli operatori di gestire con un colpo d'occhio la situazione
Mapear status e mapeamento informatizar danno modo agli operadores de gestor com um colpo d'occhio la situazione

Il lavoro però non finisce mai, e la CO118 Parma Ovest, venha tutte le altre centrali dell'Emilia Romagna, sta implementando competenze tencologiche e servizi utili per migliorare la catena del soccorso. “Per noi è fondamentale la cartografia e la conoscenza del territorio. O nosso obiettivo é portare o soccorso rapidamente no posto giusto, e tornado com o paziente nel posto giusto para curare as condições con gli strumenti adeguati ”continua Furlan. “Il lavoro tecnico non finisce mai: implementiamo nuove cartografie, servizi di localizzazione, e nuovi servizi di comunicazione. Cerchiamo, e felizmente troviamo sul territorio sinergie per posizionare nel modo migliore i servizi ei mezzi. E ribadisco il nostro ringraziamento alle tantissime Assistenze Pubbliche e alla Croce Rossa, che ci danno modo di avere 109 MSB, 12 ambulanze infermieristiche, 2 auto infermieristiche e 18 auto mediche sul territorio. Em todos os 126 postazioni che sono controlam um livello tecnologico con radio, cartografie e sistemi informatici avanzati.

Ma al termine del 2016, con un intenso 2017 alle porte, è tempo di bilanci: “Dobbiamo dire che il nostro“ triennio ”di partenza è stato segnato da un evento catastrofico che ha“ ammutolito ”le richieste di soccorso, mandando em falha della rete telefonica publica (alluvione del torrente Baganza). I sistemi tecnologici moderni hanno capacità incredibili, ma é bastata una alluvione che questa situazione diventasse grave. Per questo ci siamo impegnati nel potenziale le strutture più utili and indistruttibili: le radio. Abbiamo testato le nosso potenzialità e su queste realtà, dobbiamo portare l'autonomia a 72 minério dei ponti radio, per garantire la “sopravvivenza” della rete anche quando ci sono gravi emergenze ”. E 'stato próprio este teste de estresse não voluto che ha garantito a Parma, Piacenza e Reggio Emilia di vedere l'importanza di una CO avanzata. La rete di associazioni sul territorio - a Parma - ha garantito che nessuna persona bisognosa di aiuto sanitario venisse lasciata da sola. Chegando até a “porta a porta” (visto direttamente dai colaboradores do Emergency Live) da Sala Baganza e Collecchio, com decine di volontari soccorritori and infermieri di turno che hanno battuto the territorio per capire se c'erano needed urgente ou meno.

Una struttura leggera, anche per volare

DSC_3968
Le schede chiamante e le informazioni paziente sleep richiamate in time real and possono essere facilmente gestite sia in phase di filter, sia in phase di primo approccio che in phase di termine e chiusura della chiamata.

L'ultima particolarità del 118 dell'Emilia Romagna invece riguarda l'elisoccorso. Un servizio garantito a livello regionale con un principio di intercambiabilità and uno di eficaz, controlato in primis of una società di piloti, che valutano quali siano le eficienze of introdurre in mode progressivo. “Nella nostra regione - spiega Furlan - abbiamo 4 velivoli H145 EC2, che lavorano in totale simbiosi: una postazione CNSAS e 3 postazioni sanitarie sono suficiente por quella che è la nostra realtà, diversa dalle zone lombarde, sono che invece moltoù ricche di montagne . Infatti of noi gli interventi with the verricello are meno che sulle Alpi and the mezzo di Pavullo é perfeito para esta tarefa, sia come posizione che come attività. Gli altri elicotteri devono invece poter atterrare ovunque ”. L'Emilia Romagna - che è una regione con gran parte del suo territorio in pianura - vede quindi una scelta operativa che predilige il soccorso HEMS, con 2 infermieri e 1 medico su 3 dei 4 elicotteri attivi. “Questa scelta - continua Furlan - da anche sensibili economie di scala sulla gestione complessiva del servizio di elisoccorso regionale. Chiaramente le macchine evolvono and your compito is quello di capire cosa offre the mercato in termini di performance and sicurezza. Ma la nostra scelta di fondo é sempre legata all'orografia: dobbiamo atterrare con eficienza in luoghi con pochi spazi e un suolo complesso, e quindi é per noi mais fácil de usar macchine leggere a questo scopo ”. Non va poi dimenticato che geograficamente, gli elicotteri del 118 dell'Emilia, in particolare quello di Parma, possono operare anche oltre confine. “Sono anni che il nostro velivolo opera in simbiosi con quelli lombardi nella zona della bassa cremonese e dell'alto mantovano. E questa simbiosi si sta estendendo. Ritengo giusto che i servizi di elisoccorso siano operativi anche oltre i limiti delle singole regioni ”.

ENTRA NELL 'EC145 DEL 118 DI PARMA


 

 

 

Você pode gostar também