Puglia, arresti in 118 – Autista-soccorritore arrestato per detenzione di droga.

BARI – Arrestato ieri un autista-soccorritore di Monopoli dal comando dei Carabinieri di Polignano, per detenzione di sostanze stupefacenti.

Il 40enne, facente parte dell’associazione Ser Corato al 118 di Polignano a Mare. L’accusa è di detenzione di droga ai fini di spaccio. I carabinieri, che da acluni mesi stavano effettuando operazioni anti-droga, avevano notato delle frequentazioni tra il soccorritore e alcuni pregiudicati del paese. In altre occasioni lo avevano adocchiato mentre stava armeggiando con la moto.L’uomo è stato poi fermato metnre andava al lavoro che ha consentito ai carabinieri di trovare la droga sotto il sellino della moto.

Nascondeva sette dosi di marijuana e una di cocaina. Accertata in seguito l’estraneità ai fatti dell’associazioni per cui l’uomo lavorava. Il CoES Puglia, punta il dito contro l’autista-soccorritore e si schiera dalla parte del comando di Carabinieri di Polignano a Mare.

CoES stigmatizza l’accaduto ma invita a non accanirsi sulla categoria degli autisti-soccorritori, evidenziando la condotta a tutela dell’immagine di tutta la categoria. Il vice presidente Co.E.S. Italia e presidente Co.E.S. Puglia Cosimo Cutrignelli sostiene:

“Siamo certi che le autorità preposte sapranno prontamente chiarire l’accaduto per evitare di infangare l’intera categoria degli autisti soccorritori del Servizio Emergenza 118”.

Ora l’uomo è agli arresti domiciliari in attesa di un processo per direttissima.

 

 

I commenti sono chiusi.