Rimini, minaccia e aggredisce soccorritore sull'ambulanza: voleva fumare durante un trasporto sanitario

Aggressione a soccorritore durante un trasporto sanitario sull’ambulanza, ennesimo fatto di cronaca. Protagonista, in negativo, un uomo di 53 anni di Rimini.

L’aggressione al membro dell’equipaggio dell’ambulanza è scattata quando il paziente, un 53enne di Rimini, durante un trasporto sanitario all’Infermi di Rimini, nosocomio presso il cui reparto dialisi l’uomo doveva sottoporsi a terapia.

RIMINI, L’AGGRESSIONE AL SOCCORRITORE PER UNA SIGARETTA NEGATA A BORDO DELL’AMBULANZA

Naturalmente il soccorritore ha opposto un diniego alla richiesta del paziente trasportato, e questo ha scatenato la violenza dell’uomo.

Questi ha iniziato ad inveire contro il soccorritore, dopodiché è passato all’aggressione fisica, in seno alla quale ha strappato all’operatore sanitario la mascherina anti Covid.

Non pago di tutto ciò, giunti all’ospedale Infermi, il 53enne, con precedenti di giustizia, ha anche brandito un coltello, minacciando il malcapitato membro dell’autoambulanza di fargli del male, di tagliargli la gola.

AGGRESSIONE AL SOCCORRITORE, ALL’OSPEDALE L’INTERVENTO DELLA POLIZIA

All’ospedale il riminese si è dovuto però confrontare con la Polizia in servizio, che gli hanno contestato i reati di violenza e minaccia a pubblico ufficiale, per interruzione di un servizio pubblico e porto abusivo di oggetti atti a offendere, con l’aggravante della recidiva e di aver agito contro operatori sanitari, norma,
quest’ultima, entrata in vigore lo scorso mese di agosto.

Al 53enne è stato anche sequestrato il coltello che aveva con sé.

PER APPROFONDIRE:

SALERNO, ENNESIMA VIOLENZA SU OPERATORI SANITARI: RAGAZZO, DOPO, FUGGE

VIOLENZA CONTRO I SOCCORRITORI, A NAPOLI UOMO USA MAZZA DA BASEBALL CONTRO AMBULANZA

FONTE DELL’ARTICOLO:

IL RESTO DEL CARLINO

I commenti sono chiusi.