Brucia archivio bancario a Buenos Aires, Argentina: è strage di pompieri

Nove pompieri morti e sette feriti, alcuni dei quali in gravissime condizioni. Il bilancio dell’incendio che ha colpito l’archivio centrale dei documenti bancari a Buenos Aires, Argentina, testimonia la violenza delle fiamme e la rapidità con la quale si sono sviluppate nella struttura. 10 equipaggi dei vigili del fuoco sono accorsi sul luogo dell’emergenza, per arginare le fiamme e impedire che l’edificio collassasse. Purtroppo, proprio il crollo di una parte muraria esterna dei magazzini Iron Mountain non ha lasciato scampo ai pompieri che, in quel momento, stavano intervenendo.

“Il crollo ha colto gli operatori completamente di sorpresa – ha dichiarato Sergio Berni, segretario alla sicurezza del Governo Argentino – i sopravvissuti sono stati estratti dalle macerie dai compagni che hanno rimosso i detriti a mano. Purtroppo tra i feriti alcuni sono in pericolo di vita”.  

Spente le fiamme sono partite le indagini per scoprire le cause di questo incendio che ha colpito un luogo sensibile della struttura economico/finanziaria del paese sudamericano. Secondo gli inquirenti, che hanno raccolto materiali in loco per sottoporli ad analisi di laboratorio, l’edificio sarebbe stato equipaggiato con un doppio sistema antincendio, dotato di rilevamento delle fiamme e in grado di spegnerle automaticamente, dando l’allarme. Inspiegabilmente, qualcosa è andato storto e l’incendio ha completamente cancellato l’edificio.

I commenti sono chiusi.