Il trasporto dev’essere inserito nei LEA come servizio di interesse generale

4 febbraio – Anpas prende posizione sulla nuova impostazione dei LEA e chiede con forza che il trasporto sanitario sia inserito e discusso fra le proposte oggi al vaglio della Commissione Igene e Sanità. Riceviamo e pubblichiamo:
In seguito alla presentazione in Senato, presso la Comissione Igiene e Sanità, dell’indagine conoscitiva sulla Sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale con l’audizione della ministra della Salute, Beatrice Lorenzin che ha presentato il documento di revisione dei Livelli Essenziali di Assistenza, Anpas sottolinea l’importanza e l’urgenza dell’inserimento del trasporto sanitario nei LEA. “Viaggiando ogni giorno, i nostri volontari, per tratti di strada sempre più lunghi, i nostri volontari possono testimoniare che è sempre più necessario permettere trasporti verso i centri specialistici” dichiara Fabrizo Pregliasco. “Facciamo appello alla Commissione e al Ministro Lorenzin affinché il trasporto sanitario, secondo standard comuni, venga incluso tra i LEA come servizio sociale di “interesse generale a carattere non economico” perché lo vediamo tutti i giorni che riducendo i presidi sul territorio, le nostre ambulanze, i nostri volontari, devono percorrere sempre più chilometri soprattutto per intervenire sulle condizioni di disagio delle fasce più deboli della popolazione”.

I commenti sono chiusi.