A Bologna un’ambulanza dedicata a Mario Cerciello Rega, il vice brigadiere assassinato un anno fa

Nuova ambulanza a Bologna: il nuovo mezzo omaggia anche il neocomandante della legione Carabinieri Emilia-Romagna, Davide Angrisani

BOLOGNA, L’AMBULANZA DONATA DA ANDROMEDA

A Bologna c’e’ una nuova ambulanza ed e’ dedicata alla memoria del vice brigadiere dei Carabinieri, Mario Cerciello Rega, ucciso un anno fa a Roma mentre era in servizio.

Il nuovo mezzo e’ dell’associazione di volontariato Andromeda e, oltre che a Cerciello Rega, omaggia anche il neocomandante della legione Carabinieri Emilia Romagna, Davide Angrisani.

MARIO CERCIELLO REGA, IL RACCONTO DEL COLLEGA DI PATTUGLIA

“Non ci siamo preoccupati.

Li’ per li’ ci sembrava una cosa da nulla, da ladri di galline“.

Lo ha detto Andrea Varriale, il collega di pattuglia di Mario Cerciello Rega la notte del 26 luglio, quando quest’ultimo venne ucciso per mano di Finnegan Lee Elder nel corso del processo che vede imputato anche il californiano Gabriel Natale Hjorth.

Il carabiniere, ascoltato in aula, ha ripercorso le fasi dell’intervento precedenti alla colluttazione in cui Cerciello venne accoltellato.

“A Trastevere le dinamiche dello spaccio sono cambiate.

Sono molte le fregature che vengono fatte a chi cerca droga- ha aggiunto-.

Quella ci sembrava una ‘sola’ e la pasticca trovata a piazza Mastai era palesemente tachipirina.

Non mi sembrava una estorsione fatta da veri criminali, ci sembrava una cosa da poco”.

VARRIALE: “MARIO ERA UN MAESTRO, SEMPRE IN PRIMA LINEA”

“Mario Cerciello Rega era un maestro, – prosegue Varriale – era sempre in prima linea.

Alcune delle nostre indagini sono partite proprio da sue intuizioni, era il piu’ esperto di tutti”.

“Non era assolutamente un violento e io ho imparato tantissimo da lui.

Il nostro approccio in questi interventi e’ stato sempre pacifico.

Mario mi diceva sempre ‘la tranquillita’ va anche comprata, vuoi mangiare, vuoi un pacchetto di sigarette?’, era un modo per ‘accattivarsi’ l’arrestato- ha ricordato Varriale-.

Mario era amato e stimato nel nostro ambiente e anche dalla popolazione.

Nei giorni della morte di Mario, con migliaia di persone al funerale.

Noi non facciamo sconti, ma la gente apprezza onesta’”.

PER APPROFONDIRE SU AMBULANZA A BOLOGNA:

AMBULANZA E TRASPORTI SANITARI: IL CONSIGLIO DI STATO DA RAGIONE AD ANPAS E CROCE VERDE ADRIA

FONTE DELL’ARTICOLO:

AGENZIA DIRE

I commenti sono chiusi.