Incendi ed uso del drone, il progetto di Google per una risposta rapida all'emergenza

Il drone nello spegnimento degli incendi è un fronte innovativo ma di grande interesse agli occhi di grandi “player” internazionali.

Se in Cina un’azienda leader del settore ha già allestito ed inserito in alcuni protocolli procedurali i propri droni, va detto che anche Big G, il colosso mondiale della rete Google, non è che stia proprio fermo a guardare.

Per approfondire: Droni e Vigili del Fuoco: i prossimi modelli di drone antincendio cambieranno il modo di spegnere incendi nelle città

Drone nello spegnimento degli incendi: la sperimentazione di Google

Utilizzando alcuni modelli già da un decennio in uso in ambito agricolo (valutazione idrica e lotta alle parassitosi in testa), Google ha deciso di utilizzare in una sperimentazione HSE-UAV M8A PRO, un drone dotato di un serbatoio da 20 litri completamente autonomo, realizzato con un telaio in fibra di carbonio e 6 spruzzatori.

Naturalmente è ipotizzabile una profonda modificazione del modello scelto per la sperimentazione.

Google non è nuovo di questa escursione nel mondo del soccorso: attraverso il progetto Wing ha iniziato ormai molti anni fa quello analogo di consegna di defibrillatori nei punti in cui sia segnalato un paziente con attacco cardiaco.

Sarà interessante seguire l’evoluzione di questo nuovo campo di sperimentazione, per capire come Big G inciderà sulle procedure operative dei nostri Vigili del Fuoco.

Per approfondire:

Il futuro dell’ambulanza è il drone? Ambular è già realtà: ecco l’ambulanza volante per missioni mediche di emergenza

Uso del drone nelle calamità naturali, l’esercitazione della Protezione civile della Regione Piemonte / VIDEO

Fonte dell’articolo:

Droneblog

I commenti sono chiusi.