Feci

Definizione

Le feci sono quel rifiuto solido che viene emesso dagli esseri umani; sono dette anche escrementi e vengono prodotte dall’apparato digerente.

Composizione e Struttura

Le feci sono composte in buona parte da residui alimentari non digeribili, tipo la cheratina e la cellulosa, così come da residui di acidi gastrici: bile , muco, cellule morte e soprattutto da batteri e acqua, basti pensare che il normale peso delle feci per gli esseri umani è rappresentato dal 75% di acqua e il restante di altre sostanze solide . Le sostanze solide sono composte da fibre che sono fondamentali nel determinare la struttura e la robustezza delle feci, difatti se esse non sono molto presenti, la quantità di acqua all’interno delle feci si riassorbe dando adito ad una consistenza delle stesse di tipo caprino; la loro presenza inoltre determina prevalentemente la consistenza delle stesse. Il 30% del peso delle feci è costituito dalla presenza di batteri normalmente saprofitiIl 15% è invece rappresentato dalle sostanze organiche, tipo fosfati e calcio che vengono di solito assunti in abbondanza e così in parte eliminati appunto con le feci. Il 5% è rappresentato da sostanze lipidiche e derivate. Il materiale restante è rappresentato da muco, cellule di desqualmazione ed enzimi digestivi. La composizione delle feci del resto niente ha a che vedere con l’alimentazione, si formano anche in caso di digiuno; soltanto per ciò che riguarda le fibbre assunte l’alimentazione assume un connotato importante.

Colore e Caratteristiche

Le feci hanno un odore tipico, sgradevole, causato dalla trasformazione e quindi dalla conseguente decomposizione da parte dei batteri intestinali del cibo nell’intestino crasso, infine dalla trasformazione di alcuni composti in mercaptani, solfuro di idrogeno e metano. Un’altra caratteristica importante è il colore, che può in un certo qual modo descrivere lo stato di salute dell’individuo, certe tipiche tonalità indicano pertanto alcune tipiche patologie.

 

I commenti sono chiusi.