Carabinieri individuano ambulanza abusiva con ossigeno scaduto e autista con patente anch'essa scaduta

Carabinieri in azione in Sicilia. A Catania, nel piazzale antistante il Pronto soccorso di un ospedale della provincia, era parcheggiata un’ambulanza normalmente utilizzata per i trasporti sanitari e per il soccorso.

Sull’ambulanza bombole d’ossigeno scadute nel 2013 e nel 2018

I militari dell’Arma hanno scoperto che l’ambulanza aveva appena terminato il trasporto di un paziente in respirazione assistita con due bombole di ossigeno scadute rispettivamente nel 2013 e nel 2018.

L’autista (in questo caso “soccorritore” proprio è impossibile utilizzarlo) era anche in possesso di una comune patente scaduta da tempo.

Sempre in Sicilia i Nas di Palermo hanno scoperto un ambulatorio polispecialistico che operava in assenza di autorizzazioni.

L’ambulatorio ha un valore stimato attorno agli 800mila euro: è stato immediatamente chiuso, il titolare denunciato.

Per approfondire:

Napoli, la Procura indaga sul caso delle ambulanze abusive: scoperto deposito abusivo di una onlus

Paternò, trasportavano pazienti su furgone spacciato per ambulanza: tre denunciati

Caporalato sull’ambulanza, Guardia di Finanza di Pavia sequestra beni e denuncia 3 amministratori di cooperativa

Fonte dell’articolo:

Ragusa News

I commenti sono chiusi.