Comparativa delle scarpe antinfortunistiche da ambulanza

La Regina delle scarpe antinfortunistiche: HAIX Airpower XR1

Tester: Marco Cipolla, autista soccorritore 118 Lazio

Sono un operatore del sistema territoriale di emergenza-urgenza sanitaria laziale ed il mio “terreno di scontro”, molto esteso, comprende sia superfici agevoli di tipo urbano che aree meno confortevoli di tipo agricolo (che costeggiano strade a scorrimento veloce, sedi frequenti di incidenti). Proprio queste ultime, per la scomodità e la scarsa sicurezza che le caratterizza, sottopongono a notevoli stress noi operatori ed i nostri fidati compagni di fatiche, i DPI che, se non all’altezza della situazione, possono crearci seri problemi.

Ecco perché è di fondamentale importanza affidarsi a presidi efficienti e di qualità, che non deludano le aspettative e le speranze di noi operatori che, in caso di necessità, dobbiamo affidarci a loro senza timori e riserve. Da quando ho avuto modo di calzare scarpe antinfortunistiche HAIX lo stare molte ore in piedi, il camminare, tirare, sollevare, salire, scendere tipici del mio lavoro sono diventati di gran lunga più semplici!

Impressioni con ai piedi le HAIX  Airpower XR1

Il modello HAIX Airpower XR1 concessomi in dotazione ha una calzata perfetta, ideale per chi come me ha una pianta larga, facilmente adattabile anche per chi ha problemi di numerazione intermedia con l’utilizzo di un semplice plantare in gel. Ho avuto modo di testare le scarpe in condizioni climatiche proibitive (notti invernali con neve e ghiaccio) riscontrando un ottimo isolamento termico. Ho notato inoltre con piacere che il pellame e la suola non causano insorgenza di cattivi odori. Immagino che sia merito della buona qualità dei materiali utilizzati e della tecnologia tedesca.

Al primo utilizzo ero un po’ scettico perché il pellame mi sembrava piuttosto rigido, ma già dal secondo giorno di lavoro la scarpa da ambulanza si è adattata perfettamente all’anatomia della mia caviglia (che è piuttosto larga!) e ne sono rimasto piacevolmente stupito! I lacci permettono di regolare l’ampiezza del gambale in maniera ottimale, assolutamente personalizzabile.

Durante un intervento su un incidente stradale, con olio ovunque sull’asfalto, temevo che sarei scivolato da un momento all’altro, ed invece, con mia grande sorpresa, ho constatato che la suola delle scarpe garantiva un grip che definirei del 60-70%, sufficiente a mantenere stabilità ed equilibrio camminando ad andatura normale con il carico della vittima di incidente sulla tavola spinale.

Il puntale di protezione è quasi impercettibile, soprattutto sul peso totale della scarpa che, di fatto, di “scarpone” ha solo il nome in quanto totalmente assimilabile ad una normale calzatura in quanto a confort.
Durante la guida la sensibilità plantare, fondamentale per noi autisti, viene un po’ limitata dalla scarpa e la larghezza della pianta limita un pochino la libertà di azione, tuttavia ritengo che nel complesso il compromesso confort-sicurezza sia assolutamente accettabile. Il dettaglio dello sgancio rapido è molto utile anche se non siamo ancora molto familiari con questa innovazione.

  • QUALITÁ  – Materiali di altissima qualità. Per me un buonissimo stivale da ambulanza da tutti i punti di vista 5/5
  • COMODITÁ – Se avete pianta stretta, utilizzate plantare per compensare e sarà come non averle 4/5
  • RESISTENZA  – Affidabile al 99% L’importante è abituarsi allo sgancio rapido 4/5
  • DESIGN – Stivale decisamente bello e accattivante. Anatomicamente adattabile al 100% 5/5

I commenti sono chiusi.