Emergenza – COVID-19, Olmedo Special Vehicles di cuore e di testa: una bella storia di solidarietà italiana

E’ stata, in qualche occasione, un’azienda partner di questo giornale, ma vorremmo essere chiari fin da subito: nessuna delle righe che stiamo vergando è legata ad un qualsiasi ritorno economico.

 

Come in tante altre occasioni (in coda gli articoli principali), intendiamo dare lustro e giusto riconoscimento a quei lavoratori del settore Emergenza e Soccorso che, mettendo da parte un saggio timore per la propria salute, si sono spesi con energia mai tanto elevata per fare la propria parte.

Per far sì che l’Italia potesse riemergere dal baratro nel quale la pandemia da coronavirus l’aveva gettata.

Ed Olmedo Ambulance Division è qualcosa di cui essere orgogliosi.

Naturalmente il patron, Luca Quintavalli, ha disposto che l’azienda si adeguasse da immediatamente alle linee guida del Governo.

Ha quindi incentivato lo smart working e fatto adottare tutte le misure, in materia di DPI e distanziamento sociale, necessarie per la salvaguardia di lavoratori e visitatori dello stabilimento, che ha sede nella splendida valle dell’Enza (Reggio Emilia).

Ma questo non ha impedito di “volare alti” in termini di obiettivi.

OLMEDO E SOLIDARIETÀ, L’IMPEGNO PER I SOCCORRITORI:

Ad entusiasmare, dell’agire di Olmedo in questo periodo storico caratterizzato dalla pandemia, è la varietà di azioni messe in campo per dare una mano, per avere un ruolo significativo nel risorgere di un’intera nazione.

L’aumento delle richieste urgenti di ambulanze, come potrete immaginare da soli, è stata importante: per la sola Areu ne sono state consegnate una quindicina a noleggio, ci hanno fatto sapere dall’azienda.

Oltre a quelle da allestire per le varie donazioni che aziende private o fondazioni hanno generosamente messo a disposizione di un po’ tutto il mondo dell’ Emergenza.

Il tutto implementando le misure di sicurezza per i soccorritori, adeguandole ai parametri che il COVID-19 ha, quasi con violenza, imposto.

OLMEDO E SOLIDARIETÀ, LA RACCOLTA FONDI PER LA CROCE VERDE DI REGGIO EMILIA:

Un impegno solidale che ha coinvolto anche l’ambito sportivo: è recente la conferenza stampa nella quale la Reggiana calcio, presidente lo stesso Luca Quintavalli, ha annunciato una lodevole iniziativa di raccolta fondi a favore della Croce Verde di Reggio Emilia.

Protagonista, con la società calcistica, il Banco Bpm.

“L’obiettivo del progetto di crowdfunding – fa sapere una nota diffusa all’indomani della presentazione nella Sala Rossa del Comune di Reggio Emilia – è quello di raggiungere la somma di 110 mila euro per l’acquisto di un mezzo di soccorso a disposizione dei presidi Ospedalieri della Città di Reggio Emilia.

Un mezzo attrezzato per far fronte all’attuale situazione di emergenza che rappresenterà anche in futuro un bene prezioso per la collettività.

Un veicolo che sarà caratterizzato dai tratti distintivi della Reggiana e della sua città.

Le donazioni si possono effettuare attraverso il sito www.bancobpm.it nella sezione dedicata #INSIEMESTRAORDINARI scegliendo il progetto ‘Croce Verde Reggio Emilia” (iban IT60T0503412802000000025930 causale Donazione Coronavirus #insiemestraordinari).

La partecipazione è aperta a tutti, privati e imprese, clienti della banca e non.

L’hashtag che metterà virtualmente in contatto tutti coloro che sceglieranno di aderire alla campagna è: #insiemeStraordinari, per sensibilizzazione sui media e i social network al fine di dare un impatto ancora più forte a questo gesto concreto per la comunità”.

Questi mesi, così duri e tragici, ci lasciano dunque anche in eredità una consapevolezza: che nei momenti difficili ci sono molte persone in grado di fare fronte, di coniugare in modo proficuo il cuore e la testa.

PER APPROFONDIRE:

AZIENDE NELLA LOTTA AL COVID-19: L’IMPEGNO DI FIAT IN ITALIA E NEL MONDO

INSIEME STRAORDINARI, L’INIZIATIVA BANCO BPM / REGGIANA CALCIO PER LA CROCE VERDE

PANDEMIA, LA FERRARI REAGISCE CON BACK ON TRACK

L’AUTOMEDICA AI TEMPI DEL COVID-19, I NUOVI ALLESTIMENTI CHE PROTEGGONO CHI SOCCORRE

BARILLA, DONAZIONE DA MEZZO MILIONE DI EURO PER UNA TERAPIA ANTI-COVID EFFICACE

EMERGENZA – CORONAVIRUS, LE PROTEZIONI ORA NECESSARIE PER I TAXI

POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

SOMALIA, LA FORMAZIONE ANTI-COVID PASSA DALLE UNIVERSITÀ E DALLA COOPERAZIONE ITALIANE

LA MATURITÀ AI TEMPI DEL COVID-19: CROCE ROSSA ITALIANA IN SUPPORTO AI NOSTRI RAGAZZI NELLE SCUOLE

L’ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ CI SPIEGA COME SANIFICARE CORRETTAMENTE SUPERFICI DOMESTICHE E ABITI

NAPOLI: TORNA IN CORSIA LINO ROMANO, INFERMIERE GUARITO DAL COVID

I commenti sono chiusi.