Coronavirus, Speranza firma l’ordinanza: cinque regioni in zona arancione, la Campania resta gialla, rossa per Bolzano

Coronavirus Regioni che cambiano di gruppo: entrano nell’area arancione le Regioni Abruzzo, Basilicata, Liguria, Toscana, Umbria. Entra nell’area rossa la Provincia Autonoma di Bolzano.

Coronavirus, ecco quali Regioni sono ufficialmente in zona rossa, arancione o gialla

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sentiti i Presidenti delle Regioni interessate, ha firmato l’Ordinanza che individua le Regioni che in base all’analisi dei dati epidemiologici sulla diffusione dell’epidemia e agli scenari di rischio certificati nel report dell’Istituto superiore di sanita’, passano dall’area gialla a quella arancione e rossa (rischio alto, livello 3 l’area arancione; rischio alto, livello 4 l’area rossa).

Le misure previste dall’Ordinanza entrano in vigore l’11 novembre 2020.

Nello specifico in base alla nuova Ordinanza: entrano nell’area arancione le Regioni Abruzzo, Basilicata, Liguria, Toscana, Umbria. Entra nell’area rossa la Provincia Autonoma di Bolzano.

Complessivamente, quindi, la ripartizione delle Regioni (zona arancione, gialla o rossa) e’ attualmente la seguente:

– area gialla: Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Veneto;

– area arancione: Abruzzo, Basilicata, Liguria, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria;

– area rossa: Calabria, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Provincia Autonoma di Bolzano.

Per approfondire:

Coronavirus, Regioni: cosa cambia tra la zona gialla e arancione? Ecco cosa si può fare e cosa no

Emergenza Covid, il Governo Conte: Abruzzo, Umbria, Basilicata, Liguria e Toscana diventano zona arancione

Conte presenta la divisione a fasce delle Regioni: “Rt a 1,7, rischio per terapie intensive. Non abbiamo alternative”

Fonte dell’articolo:

Agenzia Dire

I commenti sono chiusi.