Scale di valutazione, come “inquadrare” il paziente pediatrico? Si usa la Pediatric Glasgow Coma Scale

Pediatric Glasgow Coma Scale: le scale di valutazione sono strumenti essenziali per il soccorritore: consentono di capire con un numero relativamente ridotto di parametri qual è il quadro clinico sommario del paziente su cui si effettua l’intervento sanitario.

Con i bambini, è risaputo, tutto è più complicato.

Una delle scale di valutazione più utilizzate è la Pediatric Glasgow Coma Scale

E’, in definitiva, la versione modellata sui più piccoli, bambini di età inferiore ai 36 mesi, della più nota Glasgow Coma Scale o della A.V.P.U.

Ad ogni stimolo viene assegnato un punteggio, e la somma dei tre punteggi fornisce l’indice PGCS. In modo del tutto analogo alla GCS di cui avete sopra il link.

Per quanto riguarda gli stimoli considerati dalla Pediatric Glasgow Coma Scale essi sono:

– Risposta oculare (Eye Response):

  • 1 – Nessuna
  • 2 – Al dolore
  • 3 – Alla parola
  • 4 – Spontanea

– Risposta verbale (Verbal Response)

  • 1 – Nessuna
  • 2 – Grida
  • 3 – Suoni
  • 4 – Parole
  • 5 – Orientata

– Risposta motoria (Motor Response)

  • 1 – Nessuna
  • 2 – Estensione al dolore
  • 3 – Flessione al dolore
  • 4 – Retrazione al dolore
  • 5 – Localizzazione del dolore
  • 6 – In grado di obbedire ai comandi

Pediatric Glasgow Coma Scale, attenzione all’età esatta del bambino soccorso

Gli stimoli avranno risposte che vanno “decodificate”, inserendole nel giusto grado di capacità specifico dell’età del bambino.

Nei primi 6 mesi

La risposta verbale usuale è urlare, alcuni bambini danno risposte verbali in questo periodo.

Lo score verbale normale atteso è 2.

La miglior risposta motoria è la flessione.

Lo score motorio normale atteso è 3.

Da 6 a 12 mesi

Il bambino normale fa rumori: lo score verbale normale atteso è 3.

Il bambino di solito localizza il dolore ma non obbedisce ai comandi: score motorio normale atteso 4.

Da 12 mesi a 2 anni

Parole riconoscibili sono attese: lo score verbale normale atteso è 4.

Il bambino di solito localizza il dolore ma non obbedisce ai comandi: lo score motorio normale atteso è 4.

Da 2 anni a 5 anni

Parole riconoscibili sono attese: lo score verbale normale atteso è 4.

Il bambino di solito obbedisce ai comandi: lo score motorio normale atteso è 5.

Dopo 5 anni

L’orientamento è definito come consapevolezza di essere in ospedale: lo score verbale normale atteso è 5.

17 GCS

Per approfondire:

Vita in ambulanza e valutazione del paziente: che cos’è la Scala di Rankin?

ABC della valutazione del paziente: che cosa deve fare il soccorritore che inizia un trattamento?

Advanced Trauma Life Support: ecco cosa prevede un protocollo di primo soccorso di medici e infermieri

Fonte dell’articolo:

British Paediatric Neurology Association

Wikipedia

I commenti sono chiusi.