Comparativa divise da soccorritore: le prove dei nostri lettori

RESCUE PROTECH: LA DIVISA PER PROFESSIONISTI DEL SOCCORSO

Questa recensione è stata realizzata da Emanuele Tamagnini: “Opero come Soccorritore Volontario in ambito di servizi di taxi sanitario, assistenze sanitarie e emergenza territoriale. In caso di richiesta del coordinamento provinciale svolgo anche attività di Protezione Civile in ambito sanitario. La divisa deve essere quindi versatile per adattarsi a varie condizioni operative”.

La divisa Rescue Protech è un modello che rispecchia l’attuale standard progettuale delle divise da soccorso che orbita attorno a due concetti: slim fit ed elasticità.

Breve descrizione della divisa

Divisa_Volpi_3rescueforce

La giacca ha la peculiarità di essere totalmente in tessuto elastico, così come i pantaloni questo sicuramente aumenta il comfort dell’operatore soprattutto in situazioni dove è necessario che i capi garantiscano alta mobilità. Le bande rinfrangenti, presenti in quantità sufficiente, termosaldate, sono garantite per soli 50 lavaggi ma non appesantiscono il capo come quelle microprismatiche. Le tasche sono presenti in gran numero, ma sono troppo capienti. Può sembrare un’opinione “controcorrente”, ma avere tasche esterne “a soffietto” di spessore ampio può comportare che durante le operazioni sul paziente la divisa vada a toccare il paziente stesso con relativi problemi igienici.

Allo stesso modo la tasca sul petto composta da tasca classica associata a porta penne e minuteria è ben pensata, però causa ingombro se riempita e può dare fastidio quando si indossano entrambi gli spallacci dello zaino da soccorso. Sono presenti dei rinforzi in corrispondenza di gomiti e ginocchia che però non appaiono particolarmente curati nelle rifiniture (applicazione come patch, cuciti direttamente sopra al tessuto elastico) buona l’imbottitura nelle ginocchia.

È presente ampio spazio per le patch personalizzate dell’ente e per il porta tesserino. Due cuciture a contrasto color giallo fluo percorrono la giacca, dettaglio dal notevole stile. Le leggerezza dei capi torna particolarmente utile nel servizio in estate, ma è necessario abbinare interni termici per l’inverno. Manca la regolazione della chiusura dei polsini che sono comunque elasticizzati. Nel complesso il giudizio è buono.

VUOI QUESTA DIVISA? CLICCA QUI

  • QUALITÁ – Buona qualità adatta a molti soccorritori e associazioni. Prezzo nella media. 4/5
  • COMODITÁ – Facile da indossare e comodità sopra la media grazie al tessuto totalmente elasticizzato. Causa perdita di punteggio le tasche a soffietto troppo larghe e la tasca sul petto che ingombra e può interferire con lo zaino da soccorso. 3/5
  • RESISTENZA – Tessuto di buona qualità percepita 4/5
  • DESIGN – Prodotto slim-fit, assolutamente in linea con le “tendenze”del mondo del soccorso odierno. Migliorabili alcuni dettagli e le rifiniture. 4/5

LA NOSTRA LISTA:

  1. RESCUE PROTECH: LA DIVISA PER PROFESSIONISTI DEL SOCCORSO
  2. ENERGY: LA DIVISA PER OPERATORI SANITARI BY RED4LIFE
  3. SCHIAVI, DIVISA CROCE ROSSA IN CORDURA ELASTICIZZATA
  4. REVERSE: COME VANNO GIACCA HORNET E PANTALONI VERTICAL?

 

VUOI UNIRTI ALLA COMPARATIVA? SCRIVICI ORA!

Sei una azienda? Contattaci per farci testare i tuoi prodotti!

I commenti sono chiusi.