Comparativa divise da soccorritore: le prove dei nostri lettori

Reverse: combinazione giacca Hornet e pantalone Vertical

 

Recensione di: Emanuele Tamagnini
Opero come Soccorritore Volontario in ambito sanitario per trasporti, assistenze in evento ed emergenza territoriale. In caso di richiesta del coordinamento provinciale svolgo anche attività di Protezione Civile in ambito sanitario. La divisa deve essere quindi versatile per adattarsi a varie condizioni operative.

Il modello di divisa sanitaria che abbiamo scelto in associazione è uno dei modelli slim-fit principali di Reverse. La qualità e la progettazione dei capi sono di spessore. La prima cosa che ha influenzato la nostra scelta è stata l’elasticità dei pantaloni. Con il modello Vertical possiamo muoverci agilmente rispetto alle divise classiche. Anche la giacca ha inserti elastici che facilitano le operazioni di servizio soprattutto durante la movimentazione dei pazienti. I rinforzi sul livello delle ginocchia sono buoni, imbottiti, e aumentano il comfort quando è necessario operare su superfici non regolari. Le bande rinfrangenti, presenti in quantità sufficiente a rispettare la normativa, sono termosaldate. Sul libretto è segnata una garanzia per soli 50 lavaggi. La soluzione Reverse però non appesantisce il capo come le bande microprismatiche, quelle classiche “rigide”. Le tasche sono ben 12, poco capienti ma il numero è tale da permettere la distribuzione del materiale di consumo e gli oggetti personali. Ci stanno guanti, forbici robin, penne, luci e molto altro.

Il neo principale è il supporto porta radio, troppo stretto per chi usa radio come le Motorola MTRBO. In corrispondenza dei polsi sono presenti bottoni per regolare la tenuta del polsino, e c’è ampio spazio per le patch personalizzate dell’ente e per il porta tesserino. Due cuciture a contrasto color giallo fluo percorrono la giacca, dettaglio dal notevole stile. In entrambi i capi – giacca e pantalone della divisa per soccorritore – è possibile inserire inserti invernali per la protezione termica dell’operatore.In sè e per sè infatti i capi sono leggeri e adatti anche al servizio in estate. Con due semplici cerniere la giacca  è smanicabile. Le pecche e gli aspetti negativi quindi non sono particolarmente evidenti. Nel complesso si tratta di un buon prodotto.

  • QUALITÁ – Buona qualità per molti soccorritori e associazioni. Prezzo leggermente sopra la media 4/5
  • COMODITÁ – Facile da indossare e da stoccare negli equipaggiamenti. Particolarmente comodo grazie all’elasticità che lo fa adattare al corpo dell’operatore. 4,5/5
  • RESISTENZA – Tessuto generalmente molto buono. 4/5
  • DESIGN – Prodotto slim-fit, assolutamente in linea con le “tendenze”del mondo del soccorso odierno. 4/5

LA NOSTRA LISTA:

  1. RESCUE PROTECH: LA DIVISA PER PROFESSIONISTI DEL SOCCORSO
  2. ENERGY: LA DIVISA PER OPERATORI SANITARI BY RED4LIFE
  3. SCHIAVI, DIVISA CROCE ROSSA IN CORDURA ELASTICIZZATA
  4. REVERSE: COME VANNO GIACCA HORNET E PANTALONI VERTICAL?

VUOI UNIRTI ALLA COMPARATIVA? SCRIVICI ORA!

 

Sei una azienda? Contattaci per farci testare i tuoi prodotti!

I commenti sono chiusi.