La Corea del Sud valuta il vaccino AstraZeneca Covid-19 e amplia il divieto di raduni 

La Corea del Sud sta analizzando la richiesta di AstraZeneca per l’approvazione del suo vaccino contro il coronavirus e nel frattempo ha esteso il divieto di raduni privati, di più di quattro persone, a tutto il paese, avendo una crescita di casi giornalieri che supera le 1.000 unità ogni quattro giorni.

Il ministero della sicurezza dei farmaci ha detto che cercherà di approvare il vaccino britannico per l’uso d’emergenza in 40 giorni.

L’autorizzazione sarà la prima per il Paese, che è stato alle prese con una prolungata crescita di infezioni durante l’ultima ondata, con un forte aumento dei decessi.

L’accordo tra Corea del Sud e AstraZeneca per le dosi di vaccino

La Corea del Sud ha firmato un accordo con AstraZeneca per assicurarsi 20 milioni di dosi del suo vaccino a dicembre, con la prima spedizione prevista già a gennaio.

Il paese ha anche accordi con altri tre produttori di farmaci – Pfizer, Janssen di Johnson & Johnson, Moderna – e l’iniziativa globale Covax, sostenuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Il governo si è assicurato 106 milioni di dosi per consentire la copertura di 56 milioni di persone, più dei 52 milioni di residenti del Paese, ha dichiarato il direttore della Korea Disease Control and Prevention Agency (KDCA) Jeong Eun-kyeong, direttore della Korea Disease Control and Prevention Agency (KDCA).

Le autorità prevedono di iniziare le vaccinazioni a febbraio, cominciando da operatori sanitari e persone a rischio, ma il governo è stato criticato per questo programma, essendo in Europa e Stati Uniti già iniziate le vaccinazioni.

Non solo Corea del Sud: il vaccino di AstraZeneca, infatti, è già stata approvato in Gran Bretagna, Argentina, El Salvador e India

È più economico e può essere conservato a temperatura di frigorifero, il che lo rende più facile da trasportare e da usare rispetto ad alcuni rivali, come quello della Pfizer.

Il vaccino Oxford/AstraZeneca, tuttavia, continua ad essere circondato dall’incertezza sul suo dosaggio più efficace, da quando i dati pubblicati a novembre hanno mostrato che una mezza dose seguita da una dose completa aveva un tasso di successo del 90%, mentre due dosi complete erano efficaci solo al 62%. 

A novembre, SK Bioscience, di proprietà di SK Chemical al 98%, ha ricevuto l’approvazione normativa per l’avvio degli studi clinici sull’uomo del vaccino sperimentale di AstraZeneca, avendo accettato a luglio di produrre le iniezioni, così da aiutare l’azienda britannica a costruire forniture globali.

Nel paese sono stati segnalati 1.020 nuovi casi di coronavirus a partire dalla mezzanotte di domenica, portando il totale a 64.264 infezioni, con 981 decessi, secondo il KDCA.

Il divieto di piccoli raduni privati, in vigore nell’area metropolitana di Seoul, è stato esteso a livello nazionale fino al 17 gennaio.

“La ragione per cui abbiamo esteso il divieto di raduni di quattro o più persone in tutto il Paese è perché il raduno di persone è molto più pericoloso di un luogo specifico”, ha detto Jeong.

Le regole di distanziamento sociale estese, imposte a Seoul e alle zone limitrofe, includono restrizioni per chiese, ristoranti, caffè, stazioni sciistiche e altri luoghi di ritrovo.

Più del 60% dei casi della Corea del Sud provengono da Seoul, dalla provincia di Gyeonggi e dalla città di Incheon, con epidemie di massa a grappolo concentrate intorno a case di cura e prigioni.

Il primo ministro Chung Sye-kyun ha chiesto un impegno a tutto campo per preparare il programma di vaccinazione del Paese. 

“Il protocollo dovrebbe essere perfettamente pronto per l’intero processo nel momento in cui il vaccino arriverà – la distribuzione, la conservazione, l’inoculazione e il follow-up”, ha detto Chung a una riunione del governo. 

Ha anche invitato i ministeri della salute, della sicurezza e dei trasporti a contribuire ad accelerare il processo, in modo da non dover affrontare i problemi riscontrati negli Stati Uniti e in alcuni paesi europei.

Per approfondire:

Read The English Article

COVID-19, è iniziata l’era del doppio trapianto polmonare: i casi in Sud Corea e Stati Uniti

Pyongyang, Covid-19: in Corea del Nord lezioni ‘a domicilio’ per gli alunni delle elementari

Fonte dell’articolo:

Reuters

I commenti sono chiusi.